Le smart city e lo sviluppo sostenibile

Da molti anni ormai si sente parlare del concetto di sviluppo sostenibile, ma per numerose ragioni, si tende a pensare a questo concetto come a qualcosa di astratto, irraggiungibile, irrealizzabile e comunque in qualche modo lontano da quella che è la vita di tutti i giorni. Qualcosa, insomma, che ci riguarda in maniera estremamente relativa. Tuttavia non potrebbe esserci nulla di più sbagliato. La tendenza odierna è infatti quella di lavorare e creare nuove tecnologie e infrastrutture per migliorare l’efficienza energetica di tutti gli aspetti della vita quotidiana che ci circondano, in modo da non dover rinunciare a nessuno dei comfort della vita moderna, ma ottenendoli attraverso processi maggiormente compatibili con l’ambiente e che permettano inoltre di risparmiare denaro.
L’insieme di queste nuove tecnologie e, più in generale, delle idee alla base di questa nuova ottica e visione dello sviluppo dei prodotti e dei servizi al cittadino in ambito urbano, prende il nome di derivazione inglese smart city o città intelligenti. Questa dicitura è strettamente legata all’idea secondo cui prodotti, servizi e infrastrutture all’interno della città devono essere interlacciate e in stretta comunicazione in modo da aumentare l’efficienza senza aggiungere costi (siano essi economici o a carico dell’ambiente) o ridurre la qualità del servizio stesso. Nelle smart city infatti tutti gli elementi sono controllati ed elaborati in modo da garantire qualità ed eco-compatibilità, che si tratti dell’illuminazione stradale o dei trasporti pubblici.

Le infrastrutture delle città intelligenti

Il concetto di smart city si riferisce dunque alle infrastrutture. Con il termine infrastrutture e l’accezione smart è la medesima dello sviluppo sostenibile considerato come nella sua definizione generale. Sviluppo economico e culturale, garantendo la possibilità alle generazioni future di poter usufruire delle medesime possibilità di sviluppo. In altre parole, le infrastrutture cittadine devono essere funzionali e non depauperare le risorse.
Tutto ciò che riguarda i servizi al cittadino rientrano nella smart city. Le abitazioni, i mezzi pubblici, le strutture e le attività inerenti agli scopi ricreativi e al tempo libero e i TIC (ossia telefonia fissa, telefonia mobile, TV satellitare, reti e connessioni informatiche, copertura della rete di comunicazione) sono tutte le infrastrutture che una colta cablate e interconnesse costituiscono le reti smart.
Di importanza fondamentale è l’utilizzo delle migliori tecnologie per ottenere il cablaggio e le connessioni che possano aumentare l’efficienza delle infrastrutture.

LEDCOM e i LED Drivers

Nello sviluppo e nella distribuzione delle migliori tecnologie per le smart city del futuro, LEDCOM è leader all’avanguardia. La LEDCOM international fornisce numerosi drivers per interfacciare le infrastrutture e ottenere l’intelligenza della città. I LED drivers possono essere interfacciati tramite wireless, in modo da garantire la comunicazione tra tutti gli elementi e di conseguenza tra tutte le infrastrutture controllate dai drivers stessi. I LED drivers possono essere utilizzati ad esempio per controllare l’illuminazione stradale delle città, calibrando l’intensità luminosa in funzione dei parametri ambientali e del traffico. In questo modo, l’illuminazione è garantita ma non ci sono sprechi energetici né economici da parte della città e dei cittadini.